Eleva2000
puntosistemi new
Giovedì 15 Novembre 2018     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Riscatto Derthona: i bianconeri di Ramondino superano 85-64 Scafati

Tortona saluta coach Pansa e si risolleva dopo tre sconfitte consecutive in campionato

Successo convincente per il Bertram Derthona, che si sblocca contro Scafati nel debutto del nuovo capo allenatore Marco Ramondino, subentrato al posto di Lorenzo Pansa dopo le tre sconfitte consecutive di inizio stagione. I bianconeri rispondono così alle critiche dopo il “ko” nello scorso match contro Latina.

La cronaca

Ancora privi di Ndoja, i bianconeri contro Scafati devono rinunciare anche a Ganeto, ma giocano una gara di grande intensità su entrambi i lati del campo, conducendo nel punteggio fin dalle prime battute ed allungando progressivamente dopo l’intervallo lungo e fino all’ultima sirena. Avvio di gara contraddistinto dall’equilibrio tra le due squadre, che trovano buona fluidità nelle soluzioni offensive: negli ultimi minuti il Derthona produce un parziale di 10-2 che consente di chiudere in vantaggio (23-16) i primi dieci minuti di gioco. La gara prosegue con lo stesso leitmotiv anche nel secondo periodo, con la formazione di Ramondino che trova soluzioni corali nella metà campo offensiva, mantenendo invariato il divario nei confronti degli avversari. Negli ultimi minuti del primo tempo Scafati torna a contatto grazie ad un break di 6-0: all’intervallo il punteggio è 38-37 per i padroni di casa. Equilibrio che regna sovrano anche al rientro dagli spogliatoi, prima di una nuova accelerazione del Derthona, ispirata dai canestri di Blizzard, che trova il +11 (53-42 al 27’) dopo una bomba da tre punti di Tuoyo, che costringe coach Calvani a fermare il gioco. Il parziale dei bianconeri è ulteriormente alimentato dalla grande intensità difensiva che forza due infrazioni di 24 secondi quasi consecutive e dalle giocate di Knowles che spingono i locali sul 60-44 del 30’. Nell’ultimo quarto Scafati prova a rientrare a contatto alzando l’intensità del proprio gioco, ma il Bertram non si scompone e continua a giocare con grande lucidità trovando ottime soluzioni in attacco: sono poi due triple consecutive – una di Gergati e una di Knowles – a dare ai bianconeri il nuovo massimo vantaggio nella partita (73-54 al 36’). Negli ultimi minuti i padroni di casa continuano a macinare gioco fino alla sirena, trovando il primo successo in campionato: il finale è 85-64.

Il commento

Queste le prime parole di coach Marco Ramondino, dopo l’investitura a capo allenatore del Derthona: “Mi è stata presentata un’occasione estremamente importante per entrare in un club di grande ambizione e prospettiva, che ho scelto di accettare consapevole di arrivare in un contesto che sta vivendo un momento di difficoltà. Sono estremamente entusiasta e desideroso di lavorare al massimo per dare sbocco alla passione ed alla determinazione che ho percepito dai primi colloqui con l’amministratore delegato Marco Picchi, il responsabile dell’area tecnica Gianluca Petronio ed il dottor Beniamino Gavio”.

Questo invece il benvenuto del presidente Roberto Tava: “Confidiamo che con l’arrivo di Marco Ramondino possa scattare una scintilla nella squadra che favorisca il raggiungimento dei risultati auspicati che, ad oggi, per vari motivi, non sono ancora arrivati. Il nostro augurio è che possa fare un ottimo lavoro ed entrare velocemente in sintonia con squadra, staff e tifosi. Ci tengo poi a salutare Lorenzo Pansa, cui rinnovo la mia immutata stima personale e professionale”.

L’ex coach bianconero Lorenzo Pansa, ha così salutato l’ambiente bianconero: “Il percorso della vita è un treno, con tutte le sue fermate. Sono salito alla stazione di Tortona poco più di un anno fa e durante questo viaggio ho conosciuto persone cui vanno tutta la mia stima ed i miei ringraziamenti, come Marco Picchi e tutti i membri del Cda, oltre ovviamente ad un uomo come Luigino Fassino, che raramente si incontra nel quotidiano. Inutile ringraziare i miei collaboratori di oggi e di ieri, che hanno profuso il loro massimo impegno per me e per raggiungere insieme i successi ottenuti. Purtroppo, i risultati di oggi sono impietosi, così come le circostanze e le attenuanti ma si sa… Il rischio del mestiere è assumersi tutte le responsabilità, anche quelle non proprie. Ma scendendo dal treno, lo faccio con la serenità di chi ha pensato giorno e notte al Derthona e alle splendide persone che lo compongono. Lo faccio con il piacere di aver conosciuto il mondo dei Leoni, perché fino a quando non ci sei dentro non sai cosa vuol dire. Lo faccio con l’affetto per i tifosi che ci hanno sempre sostenuto, in primis i ragazzi dell’Area Bianconera. Lo faccio con l’orgoglio di aver lasciato qualcosa che né il tempo né le circostanze potranno mai cancellare: quella Coppa e quelle lacrime di gioia che rimarranno sempre impresse nella memoria e sui muri del PalaCamagna. Adesso è ora di scendere dal treno, salutando tutti con un arrivederci alla prossima stazione”.

Il tabellino

Bertram Derthona – Givova Scafati 85-64 (23-16, 38-37, 60-44)

DERTHONA: Knowles 20, Tuoyo 14, Alibegovic 16, Cremaschi, Blizzard 13, Buffo, Ndoja ne, Ugolini, Garri 2, Lusvarghi, Gergati 7, Spizzichini 5

Coach: Marco Ramondino

SCAFATI: Tommasini 4, Goodwin 11, Zaccaro ne, Romeo 5, Contento 4, Ammannato 11, Rossato 8, Thomas 8, Italiano 6, Sgobba

Coach: Marco Calvani

Benacquista Assicurazioni Latina – Bertram Derthona 95-85  (17-23, 43-42, 76-55)

LATINA: Lawrence 18, Carlson 18, Hajrovic ne, Tavernelli 11, Cassese 5, Fabi 13, Baldassarre 13, Allodi 11, Jovovic, Ambrosin ne, Cavallo ne, Di Bonaventura 6

Coach: Franco Gramenzi

DERTHONA: Knowles 26, Tuoyo 10, Alibegovic 12, Ganeto, Blizzard 10, Buffo ne, Garri 13, Lusvarghi, Gergati 8, Spizzichini 6

Coach: Lorenzo Pansa

La fotocronaca di Paola Dellagiovanna

.