Eleva2000
puntosistemi new
Domenica 21 Gennaio 2018     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Rapina in tabaccheria: coinvolti cinque minorenni

Verso le ore 17.30 di ieri, venerdì 15 dicembre, un brutto episodio si è verificato presso la tabaccheria in via Arzani 48: un gruppo di giovani con addosso felpe e cappucci, dopo essere entrato nella rivendita, mentre uno fungeva da palo all’esterno ed un altro teneva bloccata la porta interna che divide il retro con lo spazio aperto al pubblico impedendo alla titolare di intervenire, faceva velocemente razzia delle stecche di sigarette presenti sugli scaffali. La tabaccaia di 73 anni, non senza fatica, ad un certo punto riusciva a passare e cercava di fermarli, ma i ragazzi abbandonavano la tabaccheria di corsa con alcune stecche, lasciando il grosso della refurtiva sul pavimento. La donna tentava di bloccare uno dei giovani cingendolo alle spalle e trattenendolo: questi però reagiva con violenza facendola cadere a terra e causandole così la frattura a una gamba per cui doveva essere ricoverata in ospedale. L’intervento tempestivo delle pattuglie dei Carabinieri consentiva di raccogliere la testimonianza della vittima e proprio grazie alle descrizioni acquisite e degli elementi investigativi raccolti nell’immediatezza, era possibile individuare, nella mattinata di sabato i responsabili, raggiunti nelle rispettive abitazioni alla presenza dei genitori, dove veniva rinvenuta parte della refurtiva, ovvero numerosi pacchetti di sigarette, subito sequestrati. Tutti i minori,interrogati dai militari e con la sollecitazione da parte dei parenti, confermavano la loro partecipazione alla rapina indicando ruoli e compiti di ognuno, tanto da far pensare che l’episodio fosse stato pianificato in precedenza. Si tratta di quattro italiani, due di 14 anni, due di 13 ed un lituano di 12, tutti residenti in città e frequentanti la scuola media. Dagli accertamenti è emerso che alcuni di loro erano già seguiti dai servizi sociali. I due quattordicenni sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di rapina, mentre gli altri tre, non imputabili per ragioni d’età saranno comunque segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Torino.

.