Eleva2000
puntosistemi new
Sabato 23 Settembre 2017     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Primi fagiani per ripopolamento

Entro la settimana dovrebbero essere consegnati all’Atc i primi gruppi di fagiani di allevamento che però, prima di essere liberati verranno preambientati in appositi recinti in ambienti naturali. Questa formula è già stata attuata negli ultimi anni con buoni risultati: infatti questi fagiani avranno la possibilità di adattarsi a vivere al di fuori degli allevamenti. Da molte sezioni e da gruppi di cacciatori è giunta la richiesta di effettuare il preambientamento, che comporta comunque, impegno e sacrificio, di questo va dato merito ai cacciatori più disponibili. Si tratta di circa 500 volatili ai quali verranno aggiunti quelli disponibili per agosto e settembre, certo si tratta di un ripiego visto l’impossibilità di disporre di selvaggina naturale, anche se ultimamente si nota una ripresa in alcune delle Zrc di fagiani autoctoni, speriamo in bene. Intanto la stagione venatoria è cominciata con la selezione al cinghiale e al capriolo, a proposito di quest’ultimo nei primi 15 giorni disponibili sono più di 90 capi sui circa 170 disponibili, si tratta in questa prima fase, di esemplari maschi, i quali dimostrano, se ce ne fosse bisogno, il radicamento della specie sul nostro territorio. Nel frattempo i nostri cacciatori sono in attesa della sentenza del Tar sui ricorsi presentati da diverse associazioni venatorie con in testa la Federcaccia. Il più importante riguarda l’accorpamento degli Atc, la sentenza è prevista per l’11 luglio. Concludendo, anche se i cacciatori piemontesi sono vessati da più parti, non sono disposti a rinunciare alla loro passione, speriamo che ci possa essere più dialogo tra le diverse posizioni.

E. L.

.