Eleva2000
puntosistemi new
Giovedì 27 Giugno 2019     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Operazione Carabinieri “anti-sciacallaggio” dopo alluvione: già denunciate quattro persone

Due fermati su un autocarro con 7 quintali di rifiuti ferrosi, gli altri per aver tentato di vendere a prezzi "stracciati" gioielli in finto oro

Sin dai giorni successivi all’alluvione di lunedì 13 ottobre, i Carabinieri di Tortona sono impegnati su tutto il territorio tortonese, in operazioni di controllo, “anti – sciacallaggio”, per prevenire e individuare eventuali episodi, che purtroppo, puntualmente si ripetono all’indomani di “disastri” come quello che ha colpito la nostra zona. Nei giorni scorsi, quindi 390 militari, fra personale delle stazioni e “rinforzi” giunti sul posto appositamente, hanno presidiato città e paesi.

Da segnalare quindi, due cittadini italiani, D.L. e B.G., entrambi di 52 anni, fermati a Sarezzano alla guida di un autocarro Hyundai, carico di circa sette quintali di oggetti metallici, fra cui diverse batterie d’auto, tutto materiale recuperato dalle zone alluvionate. I due venivano denunciati per gestione rifiuti non autorizzata.

Una singolare truffa veniva poi segnalata in val Grue, nei giorni successivi l’esondazione di rii e torrenti, perpetrata da B. I., 30 anni e C.V., 20, romeni ma residenti in Germania, che viaggiavano a bordo di un’auto Volkswagen “Passat”, fermandosi per proporre la vendita a prezzi “stracciati” di anelli e monili in oro. Dalla perquisizione della vettura da parte dei militari, venivano effettivamente rinvenuti numerosi oggetti in finto oro, con tanto di targhette false per comprovarne il “valore”. I due erano quindi denunciati per tentata truffa, contraffazione e ricettazione.

.