Eleva2000
puntosistemi new
Martedì 16 Ottobre 2018     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Il “caso” Colacino si complica: ipotesi di un rimpasto in Giunta?

"Botta e risposta" fra SìAmo Tortona, Sindaco e assessore che continua divisa fra Amministrazione e la lista civica uscita dalla maggioranza

Assessore Vittoria Colacino

Assessore Vittoria Colacino

Il “caso” politico legato alla posizione dell’assessore Vittoria Colacino, componente della lista civica SìAmo Tortona che alcune settimane fa aveva di fatto, lasciato la coalizione di maggioranza, si è complicato non poco. Alla fine della scorsa settimana infatti, la lista civica guidata da Antonio Zanardi e Corrado Bonadeo aveva cercato di chiarire la sua posizione, specificando di voler continuare a sostenere il suo assessore, pur ribadendo le critiche già mosse nei confronti dell’Amministrazione in generale, auspicando di “invertire la tendenza” in quest’ultimo anno prima delle elezioni. Insomma, “l’appoggio esterno” della lista all’Amministrazione sarebbe in realtà piuttosto “interno” considerata la presenza della Colacino in Giunta. Ma 24 ore dopo, un comunicato dell’Amministrazione, rispondeva alzando nuovamente i toni: “Dopo il comunicato stampa con cui SiAmo Tortona contesta l’operato dell’Amministrazione comunale e si dichiara non più parte organica della coalizione di maggioranza, occorre far chiarezza sulla posizione in Giunta dell’Assessore Colacino, esponente della medesima lista. Ritenendo strumentali le osservazioni di SiAmo Tortona, nonché poco realistica l’ipotesi di un appoggio esterno, il Sindaco Gianluca Bardone ritiene, nell’ultimo anno di mandato, di poter dimostrare, con i fatti, come tali critiche siano prive di fondamento. Di contro, proprio in virtù dell’attività svolta, delle attitudini dimostrate ed in considerazione degli obiettivi ancora da raggiungere, il Sindaco conferma piena fiducia all’assessore Colacino, anche lei destinataria, come tutta la maggioranza, delle accuse di inefficienza. Il Sindaco conferma la volontà di proseguire un percorso di crescita, di confronto costante e di condivisione con il consigliere Orlando De Luca che, con il suo voto favorevole, espresso in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione, ha accordato fiducia all’attività dell’Amministrazione”.
Questa volta bastano poche ore perché venga diffusa l’ennesima replica, firmata dalla diretta interessata Vittoria Colacino: “In relazione alla notizia apparsa sugli organi di stampa desidero comunicare quanto segue:
– Non ho mai dichiarato di voler abbandonare la lista SìAmo Tortona di cui condivido i principi fondanti e la politica del fare.
– La lista ed i suoi componenti mi hanno sempre supportato nel rispetto della mia autonomia decisionale nell’ambito della mia attività amministrativa.
– La lista SìAmo Tortona non ha mai avanzato critiche nei miei confronti, anzi ha in più occasioni ribadito il pieno appoggio ed apprezzamento per il mio operato.
– Non mi risulta quindi che la lista SìAmo Tortona abbia mai parlato genericamente di inefficienza dell’Amministrazione comunale, ma ha semplicemente chiesto con forza in più occasioni di portare avanti iniziative concrete a favore dei nostri concittadini con particolare riferimento a quelle volte a creare sviluppo, posti di lavoro, riduzione dell’inquinamento e miglioramento della macchina comunale chiedendo maggior confronto sulle cose da fare.
– Ringrazio il Sindaco della piena fiducia che mi esprime e ribadisco la mia volontà di continuare a lavorare per il bene di Tortona e dei suoi cittadini su progetti concreti”.
Insomma un gran pasticcio: è evidente che la lista SìAmo Tortona intende continuare a sostenere il ruolo della Colacino in Giunta, pur smarcatasi politicamente dalla coalizione. Intanto l’assessore allo Sport incassa anche il sostegno dell’ex consigliere Chiandotto (in un intervento pubblicato sul nostro settimanale). A questo punto la “palla” ritorna al Sindaco che dovrà decidere se ritirarle le deleghe, cedendo alle inevitabili pressioni di esponenti del Partito Democratico che già da qualche tempo avrebbero chiesto il rimpasto in Giunta.

.