Eleva2000
puntosistemi new
Martedì 16 Ottobre 2018     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Fantastica rimonta di Hsl Derthona, che batte 3-2 la Pro Villafranca

Il gol di Russo e la doppietta di Merlano ribaltano il doppio svantaggio, lanciando in vetta i bianconeri di Pellegrini

Colpi di scena ed emozioni a non finire nella sfida al vertice del campionato di Promozione, fra Pro Villafranca ed Hsl Derthona. A spuntarla sono i bianconeri di mister Pellegrini, che in rimonta si impongono 3-2 sui locali.

La cronaca

Gara ricca di emozioni e colpi di scena, con i padroni di casa che chiudono il primo tempo in vantaggio di due reti, grazie alla doppietta di Trapani (al 6′ sfruttando un errore di Magnè ed al 22′ su calcio di rigore), ma sotto di un uomo per l’espulsione di Macri. Da segnalare l’errore dal dischetto di bomber Russo al 15′, con palla calciata a lato. Nella ripresa però, il Derthona mostra subito un altro piglio, accorciando le distanze al 48′ con Russo, che questa volta realizza il tiro dal dischetto. I bianconeri di mister Pellegrini assediano poi la porta avversaria, andando più volte vicini al gol del 2-2, che si materializza solo all’82’, quando Merlano anticipa tutti di testa e realizza la rete del pari. L’entusiasmo dei tortonesi è irresistibile ed all’89’, ancora Merlano, regala una gioia immensa ai supporter bianconeri, trasformando il terzo rigore di giornata, che vale il definitivo 3-2 per l’Hsl Derthona.

Il commento

Queste le parole di Andrea Freddo, consigliere della società: “Si trattava di una sfida al vertice, quindi sapevamo che la partita poteva rivelarsi complicata. Visti poi il doppio svantaggio ed il rigore sbagliato, ovviamente il match si è fatto ancora più in salita, nonostante la superiorità numerica, per cui la squadra è stata fenomenale nel reagire e portare a casa i tre punti. Nella prima frazione i ragazzi erano forse un po’ troppo ansiosi ed individualisti, mentre nella ripresa, grazie anche ai consigli di mister Pellegrini, sono stati lucidi e freddi nel rientrare in campo nel modo giusto, iniziando a giocare da vera squadra. Abbiamo aggredito bene spazi ed avversari, allargando la manovra e trovando sempre maggior freschezza mentale e fisica. La rimonta è stata emozionante, prima cogliendo il pari e poi addirittura la vittoria. E’ stata un’esperienza incredibile per tutti quanti, resa ancora più felice dal concomitante pareggio dell’altra capolista, che ci lascia, per questa settimana, da soli in testa alla classifica“.

Le azioni salienti

  • 4′ Calcio di punizione insidioso per la Pro Villafranca, battuto da El Harti, con De Carolis attento e bravo a bloccare il pallone;
  • 6′ clamoroso errore difensivo di Magnè, che perde palla in area e consente a Trapani di battere comodamente De Carolis da pochi passi, portando la Pro Villafranca sull’1-0;
  • 12′ girata di testa di Merlano su calcio d’angolo e deviazione con la mano da parte di un difensore locale, con l’arbitro che sorvola e non assegna il rigore;
  • 15′ netta trattenuta in area di Macri su Merlano: l’arbitro espelle il giocatore del Villafranca ed assegna il penalty ai tortonesi, sul dischetto va Russo, che però angola troppo e calcia fuori;
  • 22′ calcio di rigore anche per la Pro Villafranca, sul dischetto va Trapani, che non sbaglia, firmando doppietta e 2-0;
  • 30′ Russo tiene palla nei pressi del vertice destro dell’area, serve bene Mazzaro, che si infila tra due uomini con un gran dribbling, calcia a rete a portiere battuto, ma un difensore salva sulla linea;
  • 35′ destro pericoloso dal limite di Magnè, che esce di poco sul fondo;
  • 37′ Derthona vicinissimo al pari con un colpo di testa su calcio d’angolo, ma portiere e difesa riescono a liberare;
  • 42′ illusione del gol con Rizzo, che involatosi sulla destra conclude sull’esterno della rete da posizione defilata;
  • 47′ confusa azione nell’area della Pro Villafranca, con Rizzo che crossa teso dalla destra, Souma interviene in anticipo sul primo palo, centrando però il montante destro, la palla arriva a Russo, che calcia sporco colpendo un compagno, la sfera si impenna e viene intercettata dal portiere con un colpo di reni ed allontanata dalla difesa sui piedi di Russo, che ci prova ancora dal limite e fa carambolare la palla sul braccio largo di un difensore: l’arbitro assegna il secondo penalty di giornata al Derthona, Russo si incarica nuovamente della battuta e questa volta spiazza il portiere, accorciando le distanze;
  • 58′ bella sponda di testa in area da parte di Merlano per l’accorrente Russo, che calcia di potenza, ma il tiro, ben indirizzato, viene respinto da un difensore;
  • 68′ bella verticalizzazione di Mazzaro per Merlano, che non riesce ad agganciare, ma interviene Russo che allunga la palla su Mutti, bravo a girarsi ma non ad inquadrare la porta con un tiro alto sotto misura;
  • 72′ gol annullato a Mutti per posizione di fuorigioco, dopo la conclusione deviata di Russo;
  • 75′ Rizzo serve Russo al limite dell’area, che di tacco smarca a sua volta Souma, la cui conclusione da ottima posizione finisce facile preda del portiere avversario;
  • 82′ Merlano si inserisce alla perfezione su una punizione messa in area dalla destra e di testa firma il 2-2;
  • 89′ terzo calcio di rigore del match assegnato al Derthona, per una trattenuta su Merlano: questa volta dal dischetto va lo stesso Merlano, che di potenza realizza il definitivo 3-2;
  • 91′ contropiede di Rizzo sulla destra, con assist perfetto per Merlano, che calcia a botta sicura da pochi passi, ma il portiere si salva di piede.

Il tabellino

HSL DERTHONA (4-3-3): De Carolis; Mazzaro (75’ Roncati), Magnè, Marelli, Calvio (75’ Mandirola); Assolini (46’ Mutti), Palazzo (86’ Canepa), Souma; Rizzo, Merlano, Russo (90’ Pagano)

A disposizione: Filograno, Pellegrino, Schifino, Repetto

Allenatore: Luca Pellegrini

Reti: 6’ e 22’ rig. Trapani (PV), 48’ rig. Russo, 82’ e 89’ rig. Merlano (HSL)

Espulsi: Macri, Li Causi (P)

Ammoniti: Testolina, Franceschi (P), Mazzaro, Merlano (D), Souma (D)

Arbitro: Omar Younes di Torino

Assistenti: Valentino Moriena e Gabriele Pavanati di Pinerolo

.