Eleva2000
puntosistemi new
Mercoledì 16 Gennaio 2019     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Contrarietà dei cacciatori alla nuova legge regionale

Caccia e pesca

La scorsa settimana abbiamo pubblicato l’intervista a Mario Bruciamacchie di Arci Caccia, riguardo alla nuova legge regionale venatoria: in sostanza un commento positivo anche se con alcune criticità. Ora vogliamo sentire il parere delle altre associazioni che rappresentano una gran parte dei cacciatori piemontesi. A dire il vero non abbiamo nessuna dichiarazione, per ora, da parte della Federcaccia, a cui abbiamo sollecitato un parere, ricordando che questa associazione agisce prevalentemente rivolgendosi alla magistratura come è successo già nel passato; vedremo quale sarà l’atteggiamento sulla legge, che comunque appare fortemente negativo. Di contro abbiamo un comunicato di diverse associazioni come Libera caccia, Enalcaccia, Anum e Caccia pesca ambiente che criticano ferocemente il DDL 182 che ha licenziato la legge. Si parla di un “vergognoso attacco nei confronti del mondo venatorio che fa del Piemonte la regione più restrittiva d’Italia con provvedimenti che potrebbero risultare anticostituzionali”. Al di là di tutte le opinioni in merito, su alcune norme vorremmo esprimere un parere. Il divieto della caccia nelle domeniche di settembre ci pare assurdo: d’accordo che si tratta di una domenica (quest’anno sono due), ma è il principio che conta, possibile che in tutta Italia solo in Piemonte a fine settembre si facciano escursioni e merende all’aperto? Ci sono regioni ben più idonee che pero non hanno chiuso la caccia. Va detto che si è dovuto accettare questo compromesso per evitare che si vietasse la caccia tutte le domeniche come chiesto da diverse parti, comunque il divieto rimane incomprensibile. Su altri punti ci sarebbe da discutere come l’assetto degli Atc e il lancio della selvaggina, avremo modo di parlarne prossimamente ricordando che ormai la legge è passata e non è, a nostro avviso, del tutto negativa. Comunque ormai è fatta, accontentiamoci, poteva andare anche peggio.

E.L.

.