Come programmare un Instagram bot efficiente (e senza spam)?

Prima di iniziare, credo sia importante chiarire: sì, ci sono alcuni bot che sono SUPER spammer su Instagram che creano esperienze utente molto spiacevoli per tutti. Invece di permettere alle persone di creare più bot canaglia, questo articolo mira a demistificare il funzionamento dell’automazione di Instagram in modo che più imprenditori abbiano le conoscenze e gli strumenti per far crescere i loro affari attraverso la piattaforma, come ho fatto io. In altre parole, questo articolo non vi insegnerà come automatizzare un bot che commenta o traccia i conti di altre persone. Questo è spam e tutti coloro che usano Instagram lo odiano.

Instagram Follow Adder

Nella mia esperienza personale, è possibile automatizzare alcune interazioni su Instagram che possono aiutare a sviluppare un account ad un tasso superiore alla media senza generare una cattiva esperienza utente. Ecco come @potteryforall ha guadagnato oltre 75.000 abbonati in 11 mesi. Non è magia, non si tratta di essere “fighi” o “sociali”. Si tratta di capire come i bot lavorano su Instagram e di implementare il processo necessario per eseguire in modo coerente la giusta strategia di automazione per un lungo periodo di tempo. Un rapido “come fare”:

Padroneggiare le basi
Quello che fa un bot è interagire con gli account Instagram di altre persone in modo da non doverlo fare manualmente. Se correttamente programmato su un conto Instagram con contenuti differenziati, un bot è un vero e proprio razzo! Moltiplicherà il vostro tasso di crescita perché permetterà a molte più persone di scoprire il vostro account di quanto potreste mai raggiungere con le vostre interazioni manuali.

D’altra parte, un bot mal programmato su un account che non ha contenuti interessanti probabilmente farà apparire il vostro Instagram come spam perché molte più persone riceveranno un’interazione irrilevante da un account che non gli piace (il vostro). Questa è una prima impressione terribile, e peggio ancora, sarà un grande spreco di tempo, energia e denaro perché semplicemente non genererà alcuna crescita sostanziale.

Quindi, prima di iniziare a provare, è importante assicurarsi che il vostro Instagram sia un razzo ben progettato, pronto per la macchina a gas che costruiremo. Ci sono molti modi per farlo, ma il punto è questo:

Il primo sguardo al tuo account è spesso decisivo: è alla prima impressione che le persone decideranno di seguirti (o meno) una volta scoperto il tuo account dopo aver ricevuto un “mi piace” dal tuo bot . E’ meglio avere contenuti visivi differenziati perché questo è ciò che amplifica l’efficienza del vostro bot e trasforma le interazioni in un abbonamento! Un modo semplice per farlo è quello di avere una griglia predefinita dei contenuti che si desidera pubblicare, e di programmare le pubblicazioni in anticipo, direttamente dal proprio computer.

Non trascurate nemmeno il vostro pubblico: avete bisogno di un target chiaro e preciso.

Chi su Instagram troverà interessante il vostro conto? Chi amano seguire? Quali hashtag controllano? Più chiaramente conosci il tipo di persone che troveranno utili i tuoi contenuti e più sarai in grado di identificare gli account e gli hashtag che già gli piacciono, più il tuo bot sarà efficace nel convertire le interazioni in abbonamenti e più crescerai!

Una volta che vi sarete assicurati di essere all’altezza degli standard Instagram, che vi permetterà di avere un bot ad alte prestazioni, è il momento di :

Trovare il giusto bot
Ci sono molti siti web (davvero molti) che pretendono di fornire i bot più efficienti per il vostro conto Instagram. Ne ho provato la maggior parte, come te, ma al momento, ecco i bot più efficaci (e più sicuri) che ho usato nelle seguenti categorie:

Il più economico: Instazood (a partire da 9,99 dollari al mese), è qui che il rapporto qualità-prezzo è il più ottimizzato per un budget ristretto. Sono sicuri, il loro UX è decente per questa fascia di prezzo, e offrono le caratteristiche essenziali per consentire a tutti di creare il proprio account e iniziare a lavorare in meno di un’ora o due.

Best Value: La maggior parte dei servizi di bot sul mercato partono da circa 30 dollari, e ce n’è una tonnellata in circolazione, ma i più efficaci e sicuri sono Gramista, Boostgram e Instato.io. A mio parere, sono tutti corretti, ma Instato.io è attualmente la migliore opzione sul mercato. Instato.io non solo offre la più ampia gamma di funzionalità rispetto ai suoi concorrenti (è possibile automatizzare post, commenti, abbonamenti, DM e simili), ma ha anche il miglior UX che aiuta ad automatizzare il vostro bot in modo molto semplice e veloce. Nella mia esperienza, la scelta di un servizio di automazione facile da usare farà la più grande differenza per chi sta automatizzando un bot per la prima volta, quindi se hai appena iniziato, Instato.io è una buona prima scommessa.

Instagram Follow Adder

Il più efficace: se vi sentite sopraffatti dalla quantità di informazioni e competenze necessarie per installare un bot, vi consiglio di provare il Social Sensei. A partire da 45 dollari al mese, sono un po’ più costosi dei servizi “fai da te” come Instato.io, ma i risultati sono di solito più importanti della differenza di prezzo. Gestiscono per voi ogni fase del processo di automazione definendo i vostri obiettivi di audience e le linee guida per il coinvolgimento e ottimizzandoli nel tempo. Infatti, si assumono professionisti formati per gestire il processo, in modo da non doverlo fare. L’importante è che sappiate molto chiaramente quali hashtag e account sono più efficaci con il vostro target di riferimento, in modo che ottengano i migliori risultati per voi. In passato, li ho visti ricevere almeno 500 nuovi follower al mese per account che hanno contenuti molto impegnativi e che sanno chiaramente chi è il loro pubblico. Hanno anche un numero di servizio clienti che potete chiamare, in modo da poter parlare con un essere umano che può aiutarvi. E’ una cosa rara in questo settore.

Non automatizzare i commenti e/o gli abbonamenti.
Un commento su Instagram è un’interazione positiva solo quando è rilevante e legata al contenuto della foto. Poiché un bot interagirà con centinaia di foto ogni giorno, è impossibile programmare un bot per creare commenti rilevanti per il contesto per ogni foto che scopre.

Piuttosto che evitare l’automazione dei commenti, i marketer insistenti preferiscono ignorare il fatto che creano spiacevoli interazioni e programmano i loro bot per commentare usando espressioni generiche e vaghe come “grande foto” o “Continua a fare un buon lavoro! “per cercare di attirare l’attenzione di qualcuno. Questo tipo di automazione è ciò che crea i bot che voi ed io disprezziamo su Instagram.

Allo stesso modo, iscriversi a qualcuno su Instagram è positivo solo se l’azione è percepita come sincera dalla persona che si sta seguendo. Poiché un bot interagirà con centinaia di account ogni giorno, è impossibile programmare un bot che segua principalmente persone che lo percepiranno chiaramente come un seguito sincero. Tanto fastidiosi quanto i commenti automatizzati, i pushy marketers (ancora e ancora) programmano i bot per tenere traccia di centinaia di account che non conoscono personalmente per attirare l’attenzione della gente. E’ anche il tipo di automazione che crea i bot che voi ed io disprezziamo su Instagram.

Quindi non fate anche voi i venditori insistenti e non automatizzate i commenti o gli abbonamenti. Oltre a fare una brutta impressione sulla maggior parte delle persone con cui interagirete, sarete probabilmente segnalati su Instagram come account “spam”, che diminuirà notevolmente il valore del vostro marchio nel tempo…

Automatizzare solo “mi piace
L’unico modo per automatizzare un efficace Instagram bot senza sembrare spam è di attenersi all’automatizzazione dei “mi piace”. Perché? Rispetto ai commenti o agli abbonamenti, un “mi piace” appare solo sui thread delle persone. La maggior parte di noi non tende a percepire male un “mi piace” da qualcuno che non conosciamo, e al contrario, di solito siamo abbastanza felici (o nel peggiore dei casi indifferenti) di ricevere un “mi piace” su uno dei nostri post! E a meno che non abbiate migliaia di seguaci, la maggior parte di noi controlla sempre le loro notifiche per vedere a chi piacciono i nostri post e scoprire nuovi account Instagram.

Automatizzare efficacemente i likes tramite un bot è come pagare Instagram per visualizzare il proprio account su feed personali tramite pubblicità sponsorizzata. Si tratta di un’attività che crea centinaia di opportunità per il vostro nome utente Instagram di essere scoperto da persone che non sapevano della vostra esistenza.

L’obiettivo qui è quello di programmare un bot che, attraverso come, crei il maggior numero possibile di opportunità di scoperta con persone che possono vedere abbastanza valore nel tuo account per premiarlo con un abbonamento. Più programmate il vostro bot per trovare queste persone, più velocemente il vostro account crescerà.

Dimostrazione: come programmare un bot in modo efficace su Instazood
Una volta creato il vostro conto su Instazood e collegato il vostro Instagram ad esso, ecco i passi da seguire:

1 . Definisci i tuoi obiettivi

Iniziate a definire i vostri obiettivi cliccando sul pulsante “+ Aggiungi obiettivo”.

Qui troverete l’opzione per aggiungere i conti target Instagram con cui il vostro bot interagirà.

È qui che diventa importante avere un pubblico di riferimento chiaro e specifico. Quale conto Instagram ha la più alta densità del vostro target di riferimento? Questi sono i conti che dovrebbero essere i vostri obiettivi. Più si identificano gli obiettivi giusti, più il vostro bot sarà efficace.

A titolo di esempio, prendo come esempio il mio account Instagram @macramemakers. Il mio target di riferimento è: donne creatrici o appassionate di macramè dai 25 ai 40 anni negli USA. Secondo la mia ricerca, i conti Instagram che hanno la più alta densità di seguaci che corrispondono a queste caratteristiche sono @modernmacrame, @emily_katz, @niromastudio, @macramania, @the_forestfern. Questi sono i miei obiettivi.

Aggiungerli tutti tramite l’opzione “+Add Target”.

Una volta aggiunti tutti i conti target, questi appariranno nella parte inferiore della schermata iniziale.

2 . Aggiungi il tuo hashtag di destinazione

Per farlo, cliccare di nuovo sul pulsante + Add Target.

poi cliccare sulla scheda Hash-Tag :

Qui aggiungerete gli hashtag che hanno la più alta densità di post del vostro target di riferimento. Per i creatori di macramè e gli appassionati di macramè di età compresa tra i 25 e i 40 anni negli Stati Uniti, questi sono : #macramewallhanging #macrameplanthanger #macrameplanthanger #macramedecor #macramemaker #macrameartist.

Instagram Follow Adder

I messaggi delle persone che seguono questi account e i messaggi delle persone che usano questi hashtag sono ciò che il vostro bot “piacerà”.

3 . Pianifica le tue azioni

Ora che hai i tuoi obiettivi, devi programmare il tuo bot e dirgli come comportarsi quando gli “piace” i post… Per fare ciò, cliccare sul pulsante “Impostazione” nella pagina principale :

Trovate qui la scheda “Azioni” e modificate le sue impostazioni per ottenere la massima efficienza con un potenziale di spam minimo, deselezionando la casella “Segui + mi piace” e impostando l’opzione “Max mi piace” su 2 :

Questo permetterà al tuo bot di NON seguire le persone e di dare un massimo di 2 “mi piace” per account (2 mi piace simula meglio il comportamento di un account “umano”).

4 . Applicare i filtri

Ora che avete i vostri obiettivi e avete detto al vostro bot come “mi piace”, è il momento di dargli dei filtri per decidere chi “mi piace”. Per fare ciò, cliccare sulla scheda “Filtro” nello stesso menu “Impostazioni”. Qui trovate tutte le impostazioni del filtro, modificatele per ottenere la massima efficienza con il minimo potenziale di spam utilizzando le seguenti impostazioni :

Selezionate la casella di controllo “Check Gender”, quindi selezionate il genere del vostro target di riferimento (se il vostro target è specifico di genere) e poi spuntate “Use Unknow Gender”: questo permetterà al vostro bot di essere più specifico in termini di persone con le quali sceglie di interagire.
Selezionate l’opzione “1 settimana” nell’impostazione “Media Age”: ciò significa che al vostro bot piaceranno solo i post creati la settimana precedente, il che simula meglio il modo in cui le persone “amano” i post.
Selezionate la casella di controllo “Account usati saltati”: ciò significa che al vostro bot non piacerà il contenuto degli account che gli è piaciuto in passato. Questo vi permetterà di apprezzare più messaggi in generale, e di non tornare ai conti che non vi hanno seguito la prima volta che il vostro bot ha interagito con loro.
Selezionare “5000” per l’impostazione “Max Followers”: ciò significa che al vostro bot piaceranno solo i messaggi di persone con 5000 followers o meno. Le persone con più seguaci tendono a non controllare i loro feed in quanto hanno una grande quantità di interazioni.
Selezionate “65” per l’impostazione “Posti minimi”: ciò significa che al vostro bot non piaceranno i messaggi provenienti da conti con meno di 65 posti. Le persone con meno messaggi tendono a non essere così attive su Instagram e vedranno meno spesso le loro notifiche.
Selezionare l’inglese o una lingua speciale.

Selezionate l’inglese o qualsiasi lingua specifica parlata dal vostro pubblico di riferimento nelle impostazioni “Select Languages”: non è necessario spiegare 😉.
Selezionate la casella “Salta il 10% dei conti”: ciò significa che il bot salterà casualmente il 10% di tutti i conti, imitando più da vicino il comportamento di un conto umano Instagram.
Selezionate la casella “Salta utenti privati”: ciò significa che il vostro bot non interagirà con le persone con account privati su Instagram. Le persone con un account privato ovviamente non vogliono che le loro informazioni siano pubbliche e le vostre interazioni con loro appariranno solo come spam.
Poi, scorrete verso il basso e mettete le parole “click, bio, link, webcam, cam, came, gain, snapchat, followers, kik, followers” nella casella “Stop Words”: questo significa che al vostro bot non piaceranno i post di account che hanno queste parole nella loro biografia. Queste parole specifiche di solito indicano gli account considerati come spam con cui non si vuole interagire, ma sentitevi liberi di aggiungere più o meno parole a seconda del vostro target di riferimento. L’obiettivo è quello di ridurre il numero di “mi piace” che il vostro bot eseguirà su conti che probabilmente non troveranno il vostro conto rilevante.

Instagram Follow Adder


Infine, SALVARE le impostazioni.
Questi obiettivi, azioni e impostazioni di filtro aiuteranno il vostro bot ad avere una migliore possibilità di avere messaggi di “gradimento” da parte di persone che troveranno interessanti i vostri contenuti e faranno apparire il vostro gradimento per un comportamento organico (umano) su Instagram.

5 . Disattivare i commenti automatici e l’abbonamento

Infine, ma non meno importante, scorrete fino alla sezione dei vostri obiettivi nella pagina principale e assicuratevi di disabilitare i commenti automatici e l’abbonamento per tutti i vostri obiettivi. Questo farà in modo che il vostro bot possa solo “piacere”. Questo è essenziale per non automatizzare un bot che spande (se non l’avete capito).

6 . Avvia il tuo bot!

Ora siete pronti ad avviare il vostro bot! Fatelo cliccando sul pulsante “Avvia tutto” nella pagina principale e lasciate che funzioni per voi.

Il vostro bot si divertirà ora a pubblicare secondo gli obiettivi, le azioni e i filtri che avete programmato, dando al vostro Instagram l’opportunità di essere scoperto ogni giorno da centinaia di nuove persone.

7 . Misurate l’efficacia del vostro bot.

Per misurare l’efficacia con cui avete programmato il vostro bot, utilizzate i dati di copertura e di conversione Instazood per ogni target.

La copertura si riferisce alla quantità di interazioni che ha effettuato contro i vostri filtri e la conversione si riferisce al tasso di successo della conversione dei seguaci di quel target.

Per il mio esempio @macramemakers, dopo un giorno di automazione, l’account @modernmacrame e l’hashtag #macramemaker mi hanno dato le migliori conversioni con il 10,5% e il 16,4% rispettivamente:

Nel complesso, ho guadagnato 112 abbonati in 24 ore, quasi raddoppiando il mio tasso di crescita senza il bot, che era di circa 50 abbonati ogni 24 ore.

8 . Cambiare l’obiettivo e i filtri per migliorare i tassi di conversione nel tempo.

Instagram e le persone che lo utilizzano si evolvono nel tempo. Per migliorare continuamente l’efficacia del vostro bot, assicuratevi di cercare continuamente nuovi obiettivi con elevati tassi di conversione.

Più si identificano obiettivi con tassi di conversione elevati, più gli utenti troveranno i vostri contenuti abbastanza interessanti da seguire la vostra pagina. Programmare correttamente il tuo bot per trovare queste persone garantirà una crescita continua per il tuo account!

PI- il processo di impostazione del vostro account e degli obiettivi dell’hashtag è lo stesso su Instato.io, ma più facile perché il loro UX è più minimale e intuitivo. Hanno anche un’impostazione di velocità automatica per il numero di interazioni. Ciò garantisce che non siate bloccati da Instagram e rende l’automazione il più sicura possibile per voi.

E se all’inizio vi trovate nei guai, non preoccupatevi, ci vuole un po’ di tempo perché ognuno di noi si abitui! Instagram è in costante evoluzione e ogni account è unico, ma i principi dell’automazione rimarranno gli stessi su qualsiasi servizio. L’importante è che non si dimentichi mai che le chiavi del successo sono :

Instagram Follow Adder

Crea un account con contenuti convincenti
Avere un obiettivo chiaro e specifico.
Testate e adattate continuamente i vostri obiettivi e i vostri filtri bot per massimizzare i tassi di conversione.
Soprattutto, sii empatico e programma il tuo bot in modo umano.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *