Eleva2000
puntosistemi new
Mercoledì 20 Marzo 2019     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Campionati italiani per la Derthona Nuoto Master

Coscia e Tava ai Camponati italiani

Tempo di Campionati Italiani per la Derthona Nuoto Master. Dopo anni di gare a Riccione, i campionati tornano al sud Italia, organizzati a Palermo. I primi ad iniziare sono gli amanti delle acque libere che tra Mondello e Addaura si sono sfidati nel miglio, nella 3 chilometri, nella 5 km e nella 10 km. Presente per il Derthona l’M65 Giannantonio Scaramel che si impone sia nel miglio che nella 3km. Il veterano tortonese è poi subito protagonista anche in vasca: arrivano infatti gli ori anche nei 400 e 800 stile oltre alla vittoria nei 200 farfalla dove sigla anche il nuovo record italiano di 3’05’’73. Non solo Scaramel però: tra i migliori in Italia anche Michele Galvagno, che tra gli M40 vince i 50 stile, è argento nei 50 farfalla e bronzo nei 100 stile. Campione Italiano si laurea anche Elios Rissone, che fra gli M80 vince i 200 misti per poi toccare 2’ nei 100 dorso e 4’ nei 100 stile. Sul podio anche l’M55 Cesare Aglieta che dopo il 5’ posto nei 50 dorso e il 4’ nei 100 si prende l’argento nei 50 stile. Buone poi le prove di Christian Coscia, che tra gli M40 avvicina il podio nei 50 rana toccando quarto e nei 100 dove arriva quinto oltre al 7’ posto nei 200 misti, di Andrea Lupo  (M35) che tocca 7’ nei 200 misti, 17’ nei 50 stile e 25’ nei 100 e Mauro Ponteprino (M55) che chiude 9’ nei 200 misti, 11’ nei 50 stile e 17’ nei 100. Non solo uomini a Palermo! Bene anche le ragazze della Derthona grazie al doppio oro tra le M45 di Sabina Vitaloni, dominatrice dei 50 e 100 rana e argento nei 50 stile. Veloci anche Valentina Lugano fra le M35, 8’ nei 50 stile e 9’ nei 100, Emanuela Testa (M40) che chiude 4’ nei 200 stile, 7’ nei 100 e 9’ nei 50 e Francesca Tava (M40) 6’ nei 100 dorso. Ragazze protagoniste anche nelle staffette: nella categoria M160 chiudono infatti al terzo posto la 4×50 stile, mentre nella mista sono ottave. Staffette che vedono anche i maschi ben piazzati. La 4×50 mista M160 con Aglieta, Coscia, Galvagno e Scaramel chiude 6’ mentre la 4×50 stile M160 con Aglieta, Coscia, Lupo e Galvagno tocca 7’. Ottime anche le prove delle mistaffette che si piazzano più volte tra le prime dieci.

.