Eleva2000
puntosistemi new
Martedì 16 Ottobre 2018     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Calcio Derthona raggiunto allo scadere sul 2-2 dall’Alfieri Asti

Rosset e Sylla illudono la formazione di mister Merlo, ripresa due volte da Bandirola e Todaro

Si deve accontentare di un pareggio il Calcio Derthona di mister Merlo, impegnato nell’ostica trasferta contro il l’Alfieri Asti e raggiunto sul 2-2 quasi allo scadere.

La cronaca

Gara combattuta fra le due squadre, entrambe a caccia di una vittoria; nel primo tempo gli astigiani partono meglio, ma vengono gelati dalla rete di Rosset al 29′, freddo nel finalizzare lo splendido assist di Genocchio. L’Alfieri però è ancora più abile nello sfruttare le ripartenze ed al 35′, su un’ingenua palla persa in attacco dal Derthona, va a siglare la rete del pareggio con Bandirola, al termine di un fulmineo contropiede condotto da Plado. I tortonesi avrebbero la palla buona per riportarsi avanti sullo scadere del primo tempo, ma il destro di Anibri si perde di poco sul fondo. Al rientro in campo e l’Alfieri Asti a mettere paura a Torre, in un paio di occasioni, ma al 24′ è il neo entrato Sylla a riportare in vantaggio il Derthona: Echimov guadagna il fondo, serve una palla radente a Rosset, che fa da sponda per Sylla, che da posizione defilata trova l’angolo lontano per il 2-1. I bianconeri di mister Merlo sembrano non temere il rientro degli avversari, gestendo bene l’incontro, ma all’86’ l’arbitro concede una dubbia punizione dal limite ai locali, che con lo specialista Todaro firmano il definitivo 2-2.

Il commento

Si torna a casa con un punto che muove la classifica – ha commentato la dirigenza tortonese –, al termine di una partita giocata non bene, dove però siamo riusciti ad andare per due volte in vantaggio. Inoltre, è importante sottolineare che abbiamo schierato titolari due ragazzi classe 2000 ed uno classe 2001 tutti provenienti dalle nostre giovanili. Ora dobbiamo essere bravi a lavorare intensamente, con la testa rivolta già al prossimo incontro, per cercare di migliorare e correggere gli errori commessi in questo turno“.

Le azioni salienti

  • 10′ Alfieri Asti pericoloso con una discesa sulla sinistra di Plado, che serve poi Ciletta, il cui cross teso in mezzo attraversa tutta l’area piccola e viene poi allontanato in extremis dalla difesa tortonese;
  • 29′ Genocchio recupera palla a metà campo e con una splendida verticalizzazione serve in profondità Rosset, che entra in area e trafigge il portiere avversario per il gol dell’1-0;
  • 35′ ingenua palla persa dal Derthona a ridosso dell’area avversaria, contropiede fulminante portato avanti da Plado, che al limite serve Bandirola, bravo e freddo nel controllare e centrare l’angolino basso con il mancino, per il momentaneo 1-1;
  • 40′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo ribattuto, Anibri viene servito al limite dell’area, fa partire un diagonale insidioso, che però si perde sul fondo di pochissimo;
  • 50′ miracolo di Torre sulla conclusione ravvicinata degli astigiani, messa in angolo dal portiere tortonese;
  • 58′ tiro pericoloso di Fascio, che rimbalza davanti a Torre e per poco non lo inganna, perdendosi di poco sul fondo;
  • 69′ discesa di Echimov sulla sinistra, dribbling a rientrare e cross rasoterra per Rosset, che controlla spalle alla porta nell’area piccola, allunga la palla per l’accorrente Sylla, che sembra defilarsi troppo, ma poi lascia partire un micidiale rasoterra diagonale che si infila nell’angolino lontano per il gol del 2-1 Derthona;
  • 86′ dubbia punizione dal limite dell’area concessa all’Alfieri Asti, della battuta sul vertice sinistro si incarica Todaro, che disegna una traiettoria perfetta, scavalcando la barriera ed infilandosi dove Torre non può arrivare, per il definitivo 2-2.

Il tabellino

CALCIO DERTHONA (4-4-2): Torre; Barcella, Silvestri, Giordano, Mazzocca; Gugliada, Genocchio, Echimov, Concolino (46′ Sylla); Anibri, Rosset

A disposizione: Paioli, Artioli, Rabuffi, Adani, Santamaria, Hysa, Lugano, Gay

Allenatore: Alberto Merlo

Reti: 29′ Rosset (CD), 35′ Bandirola (A), 69′ Sylla (CD), 86′ Todaro (A)

Ammoniti: Freschi, Bandirola (A), Gugliada, Genocchio, Echimov (CD)

Arbitro: Jules Roland Andeng Tona Mbei di Cuneo

.