Eleva2000
puntosistemi new
Mercoledì 22 Maggio 2019     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Attività Carabinieri: denunce per bracconaggio e furto

Nella notte fra martedì 4 e mercoledì 5 ottobre, i Carabinieri della stazione di Villalvernia, impegnati in servizio di perlustrazione sul territorio, notavano la presenza di un’auto che alla loro vista ha cercato di dileguarsi in una strada secondaria. Insospettiti, i militari li hanno raggiunti sottoponendo sia i due occupanti che l’automezzo ad accurato controllo. Non senza sorpresa, hanno così rinvenuto, all’interno del portabagagli, un capriolo che i due, un 43enne di Costa Vescovato e un 46enne di Cerreto Grue, avevano ucciso poco prima nel corso di una battuta di caccia di frodo. All’interno dell’auto i Carabinieri hanno anche rinvenuto un fucile da caccia e sei cartucce di proprietà del 46enne. Mentre l’arma e le munizioni sono state poste sotto sequestro, la carcassa dell’animale veniva affidata al personale della Polizia provinciale intervenuto sul posto. I due occupanti dell’auto invece, sono stati deferiti in stato di libertà all’autorità giudiziaria poiché ritenuti responsabili di bracconaggio e porto abusivo di armi. Per loro verrà inoltre proposta la revoca del porto d’armi uso caccia e l’adozione del provvedimento di divieto della detenzione di armi e munizioni.

A conclusione delle indagini, i Carabinieri di Sale hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria, una coppia, 49enne lei, 31enne lui, residenti a Mezzana Bigli, nei cui confronti i militari hanno raccolto molteplici elementi di responsabilità per un furto commesso lo scorso 19 settembre, all’interno di un’auto parcheggiata nei pressi del cimitero di Isola Sant’Antonio. Le indagini, avviate in seguito alla denuncia presentata da una 55enne del luogo alla quale era stata rubata la borsa contenente denaro, documenti ed altri effetti personali. I malfattori, dopo aver rotto un finestrino, se ne erano impossessati, dileguandosi. Le indagini proseguono nel tentativo di recuperare, se non il denaro, almeno documenti ed effetti personali.

.