Eleva2000
puntosistemi new
Giovedì 18 Aprile 2019     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

Lions Rugby Tortona è una realtà

I risultati, dicono i saggi, si ottengono anche con sacrificio, volontà, passione e determinazione. Un mix che i giocatori del Lions Rugby Tortona stanno bene interpretando da quando cinque anni fa hanno iniziato l’avventura di fondare questo club, in uno sport considerato tra i minori. Oggi il rugby a Tortona non è più l’oggetto sconosciuto, i tesserati sono circa cento e la partecipazione a tre campionati federali conferma questa realtà: C2, Under 18 interregionale e femminile in Coppa Italia. Una attività prevalentemente (e volutamente) svolta fin ad ora sottovoce, lontani dalla ribalta ma con lo scopo di dimostrare – e soprattutto dimostrarci – che volontà, passione e dovuta serietà d’intenti, avrebbero ripagato come stanno piano piano facendo. Un gruppo che di tasca propria, provvede tra le immaginabili difficoltà, a tutta la gestione essenziale, dalla manutenzione del campo, alle attrezzature, vestiario, materiali necessari, garanzia sanitaria, ecc. Tutto questo senza domandare né postulare presso istituzioni, sapendo e comprendendo con loro le difficoltà di questi tempi. Ma, come anche il rugby insegna, le avversità si superano solo facendo squadra, gruppo e crescendo come società. I risultati sul campo sono positivi: con le vittorie recenti, la prima squadra in C2 vola tra le vette alte della classifica e ci sono concrete possibilità che possa raggiungere i play off. L’under18 sta concludendo il suo primo campionato, acquisendo esperienza. Il settore femminile partecipa a tutti gli impegni di Coppa Italia. Ma il successo maggiore è quello che – sempre di propria iniziativa – alcuni giocatori, con le credenziali federali, compiono nella divulgazione di questo sport nelle scuole, con risultati davvero soddisfacenti. Quest’anno due istituti tortonesi, parteciperanno ai campionati studenteschi di aprile. Tutte cose che parevano impensabili cinque anni fa, quando Ruggero Rizzi con Giovanni Bingo e lo sparuto gruppo di aspiranti rugbysti, tra lo scetticismo di molti, iniziarono quest’avventura che ora diventa realtà. Lo staff tecnico, guidato dall’esperienza e dal carisma di Roberto Baldovino, comprende tre istruttori prossimi allenatori con brevetto, oltre al tecnico Tony Barbero che segue il settore femminile. Il campo di gioco finalmente tutto per noi e grazie alla sensibilità sportiva della municipalità locale, è quello di Alluvioni Cambiò che utilizziamo gestendolo direttamente e provvedendo alle necessarie utenze. I tesserati sono prevalentemente tutti del tortonese, un “quid” in più che esalta l’unione del gruppo, le tradizioni e lo spirito di questo sport.

.