Eleva2000
puntosistemi new
Lunedì 20 Maggio 2019     -     Redazione via Emilia 49, Tortona (AL)            

La “guerra” del Cisa finisce con le dimissioni del presidente

Sandro Basilio da tempo in rotta con il Sindaco Gianluca Bardone, ha lasciato l'incarico il giorno prima dell'assemblea del consorzio nella quale era prevista una mozione di sfiducia nei suoi confronti

Dopo una sorta di “guerra fredda” durata diversi mesi con il Comune, il presidente del Cisa (Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale) Sandro Basilio ha presentato le dimissioni dall’incarico lunedì 25 luglio, il giorno prima dell’assemblea dei Sindaci del tortonese in cui con molta probabilità avrebbe dovuto affrontare una mozione di sfiducia. La crisi nei rapporti fra Basilio (nominato nel cda proprio dal Comune di Tortona in quota “Moderati”), ed il Sindaco Gianluca Bardone, era iniziata da tempo e culminata con la partecipazione dell’ormai ex presidente ad una riunione dei partiti di centro destra, quindi all’opposizione dell’attuale Giunta. Ma negli ultimi mesi, anche alcune delle decisioni assunte dal Consorzio, i cui rapporti sono sempre stati gestiti dall’ex vice Sindaco Silvestri, pure lui dimessosi alcune settimane fa, non avevano affatto trovato d’accordo il primo cittadino: a giugno avevamo riportato delle forti preoccupazioni espresse dal Comune che il Cisa potesse “andare verso Novi” nell’ambito di una serie di strategie comuni con il consorzio novese. Nelle ultime settimane, proprio dopo le dimissioni di Silvestri ed il ritorno al Sindaco degli incarichi socioassistenziali, il confronto si era fatto più “duro”, sino alla minaccia della mozione di sfiducia (peraltro non semplice da finalizzare) per mettere in difficoltà Basilio, che ha preferito a questo punto, farsi da parte in anticipo. “Apprezzo la correttezza del presidente – ha dichiarato Bardone da noi contattato – che ormai da tempo aveva scelto un percorso politico differente rispetto al nostro. Come avevamo compreso, non sarebbe stato più possibile collaborare sulla base di queste divergenze”. Per il Cisa quindi, pare avere inizio una fase di cambiamento: d’ora in avanti sarà proprio il Sindaco a seguire in prima persona i rapporti con il consorzio (almeno sino all’eventuale nomina di un nuovo assessore), mentre con tutta probabilità a settembre, dovrà essere scelto il sostituto di Basilio.

.